Con piacere ospito Domenica, brillante collega, amante del podismo e parkrunner.

Oggi ci racconta la sua esperienza alla mezza maratona di Marrakech !

Ebbene sì l’emozione è stata tanta forse perché era la mia prima fuori dai confini europei, la prima in Africa laddove la partecipazione rosa delle donne locali è riservata solo alle top runners.  

Se state cercando una mezza dalle emozioni forti, con il sole che bacia anche a gennaio questa terra martoriata, i colori e gli odori che riempiono i sensi, allora non potete mancare questa esperienza a Marrakech!

Il popolo marocchino, travolto dall’entusiasmo di veder correre qualunque tipo di atleta: dal ragazzo giovane keniota che batterà di sicuro qualche record, all’anziano veterano alla sua n-esima gara, alla donna senza velo che si è conquistata la sua libertà sociale, non farà mancare il suo supporto ed entusiasmo!

Percorso quasi da autodromo, tra i più veloci al mondo sia sulla mezza che sulla maratona, pianeggiante e con poco dislivello, strade larghe e moderne costeggiate da cordoli bianco-rossi come nei migliori gp… il tutto circondato dalla cornice delle montagne dell’Atlante Africano, a dare quel tocco di magia!

Ebbene se non vi ho ancora invogliato a provare quest’esperienza aggiungete anche un tocco di folklore marocchino e ottima cucina berbera/mediterranea che soddisferà persino vegetariani e salutisti più incalliti.

La mia corsa è volata km dopo km, ristoro dopo ristoro, dove l’organizzazione non ha fatto mancare nulla e la compagnia degli amici del Club Sportivo Firenze è stata speciale… e chi l’avrebbe detto, d’altronde eravamo in Africa! 🙂

Buona lettura !
🏃‍♂️ #pellerun & #pelletrail 🐗 lifestyle

My blog home page

Indice articoli relativi alla mia presentazione

Link indice articoli divisi per argomento

Ospiti … Indice degli articoli scritti da amici